venerdì 22 maggio 2009

Ex Drummer

Ex DrummerUn trio di rocker handicappati viene presentato a ritroso, nel senso che si va veramente con il rewind. Compare così una curiosa situazione iniziale a cui seguirà un incontro fra domanda ed offerta. Un ricco ed esaltato scrittore vuole scendere “nella profondità della stupidità umana, nella bruttezza dell’essere ottuso, sleale e falso; comprendere la vita dei perdenti, sapendo di poter tornare indietro”. I tre musicisti sono invece in cerca di un quarto componente per suonare ad un festival e per coerenza, e marketing, anche il nuovo elemento deve avere qualche problema.
Dries, lo scrittore, ha trovato il suo "soggetto", si inventa di non saper suonare la batteria, intorta il trio, ed ecco nati i “The Femminist”.
Lo spettatore viene spinto in un viaggio nel degrado che circonda la vita dei tre poveri disadattati zeppi di problemi economici, psicologici, fisici e familiari. Il nostro cicerone è lo scrittore che nel ruolo di narratore e co-protagonista si rivela, a discapito degli apparenti proponimenti antropologici, un perfido manipolatore. Con lo scusa di raccogliere stimoli per una nuova storia Dries sfrutta la sua superiorità culturale per indirizzare gli eventi e infierire sui tre compagni utilizzandoli come fossero suoi personaggi. Per loro, senza farsi scrupoli, prevede un finale "appropriato".
Il film è basato sull'omonimo romanzo di Herman Brusselmans ed è il più hardcore che ho visto nell'ultimo anno; per rendere l'idea è come una versione lievitata di Trainspotting. Non è solo cinico, volgare e scorretto, ma anche rancido, violento e disturbante. Valutate se siete disposti a vederlo.
Gradito
| Reg: 7 | Rec: 7 | Fot: 7 | Sce: 7 | Son: 8 |

Qualcosa in comune con: