lunedì 9 febbraio 2009

Donnie Darko

Donnie DarkoDonnie Darko è un film meticciato ambientato negli anni '80, dove i vari generi si mischiano con abilità in una storia dal sapore linchiano con viaggi nel tempo e personaggi che sono lì per motivi che apparentemente non comprendiamo.
Per capire correttamente la struttura della storia bisogna recuperare il significato del libro menzionato nel film "La filosofia del viaggio nel tempo" e grazie al quale anche Donnie riesce a scoprire cosa deve fare. Alla base di tutta la storia c'è la teoria inventata e scritta in quel testo.
Esistono due universi quello Primario e quello Tangente. L'universo Tangente si “apre” quando in quello Primario cade l'Artefatto, che sarebbe il motore dell'aereo. Poiché questo Artefatto manca di giustificazione, non si sa da dove è saltato fuori, avviene un paradosso che deve trovare una spiegazione nell'universo Tangente, che è molto instabile e può sostenersi solo per poche settimane, poi collasserebbe su se stesso generando un buco nero (ecco perché il mondo dovrebbe finire dopo 28 giorni e rotte ore, minuti e secondi).
In questa nuova dimensione viene catapultato Donnie Darko, che diventa il Vivente Ricevente, ossia il protagonista di questo universo (nel dialogo con la ragazza Donnie dice che potrebbe anche essere un eroe), il suo compito è quello di dare un senso alla caduta dell'Artefatto (il motore) e farlo passare attraverso un buco nero per riportarlo nell'universo Primario, legittimandone la presenza.
Donnie è circondato anche da altre persone: amici e vicini che in questa dimensione sono dei Viventi Manipolati. Essi hanno il compito di aiutare il Vivente Ricevente (Donnie) a raggiungere il suo scopo. Lo fanno inconsciamente per scappare all'oblio che gli spetterebbe se Donnie non riuscisse nel suo compito.
E il coniglio Frank chi è? È il ragazzo della sorella di Donnie che era travestito per la festa di Halloween ed era uscito per andare a comprare le birre con un amico. Lui è un Manipolato Morto.
Se una persona muore nell'Universo Tangente essa può tornare indietro nel tempo e contattare il Vivente Ricevente (Donnie) attraverso la quarta dimensione, che è fatta d'acqua. Praticamente è come un fantasma di un morto futuro che perseguita uno nel presente.
Il Manipolato morto ha un piano per garantire che l'Artefatto (motore) torni all'universo Primario e cercherà di influenzare il Vivente Ricevente (Donnie) per metterlo in pratica.
Donnie tornato nell'universo Primario, anche se sa che il motore cadrà su di lui, decide di rimanere fermo e con un sorriso accetta la sua distruzione. Tutte le altre persone si svegliano, alcune non ricordano nulla delle loro azioni nell'universo Tangente, altri sono turbati da quanto fatto in quello che credono un sogno, l'unica evidenza fisica dell'universo perduto sarà l'Artefatto.
Film da vedere almeno due volte. La prima per lasciarsi emozionare, presi a seguire Donnie e la sua distruzione del sistema per cambiare le cose. La seconda per capire meglio questa storia dall'impalcatura ben architettata, ma con qualche forzatura come, ad esempio, Donna Morte (la Roberta Sparrow che avrebbe scritto il libro sui viaggi nel tempo) che fatalità vive proprio in quel paesino.
Estasiato
| reVisione dal passato |

Qualcosa in comune con: