giovedì 9 ottobre 2008

Perfect Blue

Perfect BlueMima è una idol, una delle tre cantanti che compongono le Chan, il tempo passa e prima del declino fisiologico che la toglierebbe dal mercato Mima desidera riciclarsi come attrice. Il cambiamento che si prospetta sembra però non essere apprezzato da un fan maniaco, ma forse non è l'unico.
L'opera prima di Satoshi Kon è un giallo giocato in un percorso lineare ma tortuoso dove si intrecciano la personalità multipla della protagonista, il film nel film, i sogni di vita e la vita dei sogni, fondendosi tra loro e confondendo la nostra visione, almeno fino alla chiusura delucidatoria.
Il risultato è una riflessione sulla visione e sull'icona erotico-mediatica della idol giapponese, che potrebbe essere idealmente paragonata, molto alla lontana, con la velina nostrana.
Il gioco visivo è straniante e avvincente, non sei mai sicuro se stai vedendo il film, il film nel film, o le visioni di una neo-attrice turbata dal ruolo che deve interpretare.
L'ex-idol, new-actress, deve fare i conti non solo con il suo lavoro ma anche con le aspettative del pubblico, non può sottrarsi alle regole del gioco tanto da trovarsene imbrigliata e minacciata in un vortice che sembra risucchiarla sempre più, ma non sarà lei ad impazzire.
Bella animazione per adulti in un'atmosfera fra Hitchcock e Lynch, con un pizzico di Dario Argento.
Deliziato
| Reg: 8 | Ani: 8 | Fot: 7 | Sce: 7 | Son: 8 |

Qualcosa in comune con: