sabato 30 agosto 2008

Hellboy II: The Golden Army

Hellboy IIUn figlio del demonio lavora per il Dipartimento per la Ricerca sul Paranormale ed ogni mattina invece di farsi la barba si pialla le corna. Non basta, rimane sempre un diverso: gli uomini lo vogliono per essere difesi, ma non lo accolgono come uno di loro.
In questo secondo episodio Hellboy deve cercare, insieme alla sua dolce metà, la pirotecnica Liz, e all'amico pesce-psicogeno Abe, di impedire il risveglio della robomeccanica armata che spazzerebbe il mondo degli uomini. L'armata era stata resa inoffensiva dopo una tremenda guerra fra il mondo fantastico e quello degli umani, ma il figlio del re non ci sta a ritrovarsi relegato in un ruolo subordinato a quello degli uomini e pretende di dominare la Terra.
Avevo sentito pareri entusiasti su questo secondo capitolo, doveva essere meglio del primo e in effetti lo è, ma non poi così tanto; Del Toro prende un po' da Harry Potter, un po' da Guerre Stellari e prepara una ricetta che al momento della degustazione appaga solo una parte del palato: quella del lato visivo.
Due scene da ricordare: Hellboy che beve un grappolo di lattine di birra e cerca di stemperare i problemi di cuore intonando una canzone d'amore con l'amico Abe in evidente stato etilico, e quella del mercato dei troll. Da dimenticare tutta la parte antagonista con due principi gemelli alquanto patetici. Ah, a me questo spaccone esaltato di Hellboy non sta proprio simpatico.
Gradito
| Reg: 7 | Rec: 6 | Fot: 6 | Sce: 5 | Son: 7 |

Qualcosa in comune con: