mercoledì 4 novembre 2009

Pellicole per non dormire [Baby's room - To let - Xmas tale]

Peliculas para no dormir è la risposta spagnola alla serie americana Masters of horror. Sei registi guidati da Narciso Ibanez Serrador, che nel passato conta già la serie televisiva Historias para no dormir, si cimentano in un'ora di paura celebrandosi come esponenti del genere horror di scuola iberica.
Io ho visto tre film della serie, eccoli:


La habitación del niño (Baby's room)
di Alex de la Iglesia
babys roomGiovane coppia fresca di pargolo va a vivere in una nuova, vecchia casa, ma dal monitor di sorveglianza della stanza del bambino si vedono strane figure. Il padre comincia ad esserne ossessionato, scoprirà che quello schermo permette di vedere una dimensione parallela di un passato che si ripete.
Non male questo salto di De la Iglesia nel paradosso del gatto di Schrödinger, nel potere dell'osservatore e della sua ri-collocazione spazio-temporale. C'è un po' di confusione, ma l'atmosfera da disturbo mentale cresce costantemente fino al delirio finale.
Gradito
| Reg: 7 | Rec: 6 | Fot: 7 | Sce: 6 | Son: 6 |


Para entrar a vivir (To let)
di Jaume Balagueró
par entrar a vivirAltra giovane coppia alla ricerca di un appartamento si trova sotto la pioggia davanti a un maltenuto stabile in zona periferica. Pensano alla bufala, ma quando trovano la presunta agente immobiliare non riescono a non concederle almeno una possibilità.
La signora è in realtà molto turbata mentalmente e in preda alla pazzia costringe le sue prede in pose obbligate, per non perdere il sapore di quotidianità che gli inquilini offrivano prima che il palazzo venisse abbandonato.
Carino, soprattutto tecnicamente ed esteticamente, anche la storia, di un orrore che si genera dalla privazione della rassicurante immobilità delle consuetudini, non è male come spunto.
Gradito
| Reg: 7 | Rec: 7 | Fot: 7 | Sce: 7 | Son: 7 |


Cuento de Navidad (Xmas tale)
di Paco Plaza
xmas taleUn gruppetto di ragazzini trova in fondo a una buca nel bosco una donna vestita da babbo natale. Scoprono che ha da poco rapinato una banca e decidono di liberarla solo se gli dirà dove ha nascosto la refurtiva... ma un rito voodoo crea qualche problema.
Qualcuno ha visto Invasione Zombie? Purtroppo no, mia madre ci ha registrato sopra Dynasty. Almeno avete sentito di quel bambino di Valencia che ha mangiato un topo perché l'ha visto fare in Visitor? Faceva schifo! Un vero sballo!
Ecco un'idea della sceneggiatura di questo racconto che si rifà agli anni ottanta con tanto di ragazzi che prendono i loro nomi in codice dall'A-Team e si parlano attraverso i walkie-tolkie. Che ricordi!
Questo “sfondo” iniziale è la parte più bella, quando arriva lo zombie e si passa alla presunta zona di paura nel luna park c'è poca sostanza, ma almeno il finale viene rinforzato.
Metti la cera, togli la cera.
Gradito
| Reg: 6 | Rec: 6 | Fot: 5 | Sce: 5 | Son: 5 |

Qualcosa in comune con: