domenica 22 marzo 2009

Ponyo sulla scogliera

Ponyo sulla scoglieraIl piccolo Sosuke trova nella scogliera un vasetto di vetro con intrappolato uno strano pesciolino rosso, dopo essere riuscito a liberarlo decide di proteggerlo e chiamarlo Ponyo.
Il pesciolino in realtà è una piccola sirena in cerca d'avventura e l'incontro con il bambino la spingerà a desiderare di diventare umana, ma un misterioso signore del mare non sembra essere d'accordo e farà di tutto per riportarla a casa.
Miyazaki crea una favola in un pirotecnico gioco liquido, da notare che la tecnica è in vecchio stile, ossia disegni a mano. L'avventura di due bambini di solo cinque anni che si vogliono bene è una rivisitazione della favola della Sirenetta contestualizzata in una visione orientale nella quale Miyazaki riesce a trattare poeticamente un fenomeno dalla potenza devastante come lo tsunami.
Rispetto ai precedenti film del maestro si assiste ad una duplice virata: la prima verso un pubblico più piccolo, sia per quanto riguarda la storia che per le scelte estetiche; la seconda virata è nella sceneggiatura dove l'elemento fantastico prevale decisamente sul razionale.
La prima parte del film è più emozionante e meglio riuscita, nella seconda si esplicita il messaggio ecologico - elemento ricorrente del cineasta - che esorta a riconoscere e amare la natura per quello che è.
Ad emergere nelle vicende sono le figure femminili (la mamma di Sosuke e la Dea del mare) che infondono sicurezza e si manifestano al momento del bisogno sapendo cosa fare, mentre la figura maschile è lontana, assente, e se c'è non sa comportarsi adeguatamente (il padre di Sosuke e Fujimoto).
Ormai le aspettative per le opere del regista sono alte e dato che questo "Ponyo" è più vicino al mondo dei bambini, rispetto ai precedenti, potrebbe allontanare il pubblico più adulto, ma perché privarsi della infantile magia che riesce ad infondere?
Attenzione alla canzoncina finale che può trasformarsi per qualche ora in un tormentone e portare ad improvvisi canticchiamenti imbarazzanti.
Deliziato
| Reg: 8 | Ani: 8 | Fot: 8 | Sce: 7 | Son: 8 |

Qualcosa in comune con: