lunedì 24 marzo 2008

La Maledizione dello Scorpione di Giada

La Maledizione dello Scorpione di GiadaUn bel "1940" scritto in grande ci colloca nel periodo ideale per un noir-giallo ma Allen lo snatura, con la sua comicità e tagliente ironia, in commedia.
Il piccolo Woody interpreta (si fa per dire) C.W. Briggs un rodato ispettore assicurativo alle prese coi cambiamenti gestionali decisi dall'intelligente “nuova arrivata” Mrs. Fitzgerald che cela un secondo ruolo di “amante del capo”.
Le cose evolvono tra furti di gioielli, odi e amori pilotati da cadute in trance indotte da un marginale ladro ipnotizzatore.
Dialoghi brillanti e quasi sempre velenosi, solo in un caso un po' forzati, rendono avvincente questa storia di cui già si immagina la fine prima che cali “l'orrido sipario della realtà”, ma che appassiona grazie all'attesa dello smascheramento del malinteso e a quella del successivo scambio di frecciatine tra i due protagonisti.
Deliziato
| Reg: 7 | Rec: 7 | Fot: 7 | Sce: 8 | Son: 7 |

Qualcosa in comune con: