domenica 7 settembre 2014

Leone d'oro 71^ Mostra del cinema di Venezia

Leone-d-Oro-Roy-Andersson
È arrivato un po' inaspettato il vincitore del Leone d'oro 2014 di Venezia 71, assegnato a En Duva Satt På En Gren Och Funderade På Tillvaron del regista Roy Andresson che molti ricorderanno per uno dei suoi film precedenti Ao, Ndo Gheto Meso El Vin Nun Ghi Xè Nea Credensa. Ovviamente scherzo sull'ultimo titolo, ma qualcuno lo ricordava con delizia per You, the living.
Fra gli altri premiati bisogna sottolineare il miglior attore e miglior attrice assegnati ai protagonisti di Hungry Hearts il film di Saverio Costanzo. In particolare mi fa piacere la Coppa Volpi ad Alba Rohrwacher che è sicuramente una delle migliori attrici italiane.
La mia impressione è di un Festival partito più forte di come è finito, ma un altro film spuntato in itinere su cui vorrei mettere l'attenzione è Belluscone, una storia siciliana di Franco Maresco.

  • LEONE D'ORO:Un Piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza di Roy Andersson
  • Leone d'argento miglior regia: Andreij Koncalovskij per The postman's white nights
  • Premio speciale della giuria: The look of silence di Joshua Oppenheimer
  • Coppa Volpi migliore attrice: Alba Rohrwacher per Hungry Hearts
  • Coppa Volpi miglior attore: Adam Driver per Hungry Hearts


Trailer di Un Piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza:

Qualcosa in comune con: