martedì 26 agosto 2014

71^ Mostra di Venezia - I film in concorso


Parte domani 27 agosto e si chiude il 6 settembre la 71^ Mostra internazionale d'arte cinematografica, più comunemente detta "Festival del Cinema di Venezia".
A presiedere la giuria principale quest'anno c'è Alexandre Desplat compositore di colonne sonore di tanti film, per citarne qualcuno: Lussuria - Seduzione e tradimento, Il curioso caso di Benjamin Button, Il profeta, The Twilight Saga: New Moon, poi Fantastic Mr. FoxMoonrise Kingdom e Grand Budapest Hotel di Wes Anderson e ancora Il discorso del re, Harry Potter e i Doni della Morte, The Tree of Life di Terrence Malick, Reality del nostro Garrone e anche il recente Godzilla.
Ao fra i giurati ce sta pure Carlo Verdone.

Film in Concorso a Venezia 71:
  • The Cut di Fatih Akin
  • A Pigeon Sat On A Branch Reflecting On Existence di Roy Andersson
  • 99 Homes di Ramin Bahrani
  • Tales di Rakhshan Bani-Etemad
  • La Rancon De La Gloire di Xavier Beauvois
  • Hungry Hearts di Saverio Costanzo
  • Le Dernier Coup De Marteau di Alix Delaporte
  • Pasolini di Albel Ferrara
  • Birdman di Alejandro Gonzalez Inarritu
  • Manglehorn di David Gordon Green
  • Tre Cuori di Benoit Jacquot
  • Postman's White Nights di Andrej Koncalovskij
  • Il Giovane Favoloso di Mario Martone
  • Sivas di Kaan Mujdeci
  • Anime Nere di Francesco Munzi
  • The Good Kill di Andrew Niccol
  • Loin Des Hommes di David Oelhoffen
  • The Look Of Silence di Joshua Oppenheimer
  • Fires On The Plain di Shinya Tsukamoto
  • Red Amnesia di Wang Xiashuai
Le mie curiosità, su film in concorso e non, vanno principalmente a: 
- Pasolini visto con l'occhio di Abel Ferrara (con Willem Dafoe, Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea!); 
- La trattativa di Sabina Guzzanti, lei non mi piace granché ma l'argomento mi ha sempre interessato perché riguarda una delle radici della società italiana che ha poi dato i suoi frutti, marci;  
- La vita oscena di Renato De Maria, perché ho letto il libro di Aldo Nove da cui è tratto;  
- One on one di Kim Ki Duk, che ormai ne sforna uno all'anno;
- Fires On The Plain di Shinya Tsukamoto, come non attendersi qualcosa dal papà del cult "Tetsuo".
Nota finale alla presenza di un nuovo film di Manoel de Oliveira, The oldman of Belem, il regista dovrebbe compiere a dicembre 106 anni, fa da prestanome o gira veramente ancora lui?

Qualcosa in comune con: