sabato 26 aprile 2008

Post-elezioni

Dopo una pausa, dovuta a vari motivi, provo a riprendere, ma non senza un breve commento.

L'esito delle elezioni politiche ha premiato ancora una volta Berlusconi e mi ha confermato il mio profondissimo disgusto per gli italiani.
Potrei spiegare e argomentare molto, ma sono stanco, ed è inutile.
La maggioranza degli italiani ha deciso di dare la fiducia a questo personaggio, evidentemente considerano Berlusconi una brava persona, onesta, interessata al bene comune: la persona ideale insieme a Bossi, Tremonti, Calderoli, Ciarrapico... per governare lo Stato.
Nei quotidiani d'America e di Germania compaiono immagini come queste:


Post-elezioni-berlusconi
Gli italiani invece reputano Berlusconi un galantuomo.
Io credo che sia proprio così, la realtà è che per gli italiani Berlusconi è l'uomo degno di rappresentarli.
Io non ce l'ho tanto con Berlusconi, ce l'ho con gli italiani, con il loro egoismo e/o la loro incapacità di capire, informarsi e ragionare.

Una barzelletta di qualche tempo fa ricorda che gli italiani hanno ridato la fiducia a una persona che:
  • Ha modificato la legge elettorale in modo che siano le segreterie di partito a scegliere gli eletti e non più i cittadini .
  • Ha abbassato le tasse dirette e costretto comuni, province, regioni ad aumentare le tasse locali.
  • Ha creato lo scudo fiscale per far rientrare dalle isole Cayman e da Montecarlo tutti i soldi che i suoi amici hanno sottratto al fisco .
  • Ha abolito la tassa di successione per i patrimoni miliardari e subito dopo ha cointestato le sue aziende ai figli.
  • Ha quadruplicato il suo patrimonio personale e salvato le sue aziende dalla bancarotta, ma dice che è entrato in politica per il bene degli italiani
  • Ha dato, a spese degli italiani, il contributo per il decoder digitale per permettere al fratello di fare soldi con una società che li produceva.
  • Ha epurato dalla RAI i personaggi che non gradiva.
  • Ha fatto la Ex-Cirielli, la Cirami e la salva-Previti .
  • Ha depenalizzato il falso in bilancio.
Considerate queste referenze e il suo passato (1)(2) direi che non si può fare a meno di premiare una persona così, facciamo una ragionevole scelta: ri-assumiamolo!
Detto, fatto.
[Fonte immagini: Corriere]

Qualcosa in comune con: