giovedì 28 febbraio 2008

I cento (+1) film italiani

I cento (+1) film italiani








Dopo la lista dei miei cento film preferiti (alle 19.00 del 25 gen 2008) annoto qui sotto la lista fatta dalla Casa del cinema di Roma che, con un gruppo di dieci "esperti", ha scelto i cento e uno film italiani (fra il 1942 e il 1978) che hanno contribuito a formare la memoria collettiva del nostro Paese.

Cronaca di un amore (Antonioni, 1950)
Il grido (Antonioni, 1957)
L’eclisse (Antonioni, 1962)
I pugni in tasca (Bellocchio, 1965)
La Cina è vicina (Bellocchio, 1967)
Nel nome del padre (Bellocchio, 1972)
Il conformista (Bertolucci, 1970)
Novecento (Bertolucci, 1976)
Quattro passi tra le nuvole (Blasetti, 1942)
Prima comunione (Blasetti, 1950)
Arrangiatevi! (Bolognini, 1959)
Il bell’Antonio (Bolognini, 1960)
La città dolente (Bonnard, 1949)
Chi lavora è perduto (Brass, 1963)
Pane e cioccolata (Brusati, 1974)
Leoni al sole (Caprioli, 1961)
Due soldi di speranza (Castellani, 1951)
Pane amore e fantasia (Comencini, 1953)
Tutti a casa (Comencini, 1960)
Lo scopone scientifico (Comencini, 1972)
Una donna libera (Cottafavi, 1954)
Napoletani a Milano (De Filippo, 1953)
Riso amaro (De Santis, 1949)
Diario di un maestro (De Seta, 1972)
I documentari di De Seta (De Seta, 1954-59)
Sciuscià (De Sica, 1946)
Ladri di biciclette (De Sica, 1948)
Miracolo a Milano (De Sica, 1951)
Umberto D (De Sica, 1952)
L'oro di Napoli (De Sica, 1954)
Don Camillo (Duvivier, 1952)
Domenica d'agosto (Emmer, 1950)
La famiglia Passaguai (Fabrizi, 1951)
Lo sceicco bianco (Fellini, 1952)
I vitelloni (Fellini, 1953)
La strada (Fellini, 1954)
Le notti di Cabiria (Fellini, 1957)
La dolce vita (Fellini, 1960)
Otto e mezzo (Fellini, 1963)
Amarcord (Fellini, 1974)
La donna scimmia (Ferreri, 1963)
Dillinger è morto (Ferreri, 1968)
L'udienza (Ferreri, 1971)
Cielo sulla palude (Genina, 1949)
Il cammino della speranza (Germi, 1950)
Divorzio all’italiana (Germi, 1961)
Signore e signori (Germi, 1966)
Carosello napoletano (Giannini, 1953)
Febbre di vivere (Gora, 1953)
Mafioso (Lattuada, 1962)
La spiaggia (Lattuada, 1953)
Luci del varietà (Lattuada e Fellini, 1950)
La vita agra (Lizzani, 1964)
Banditi a Milano (Lizzani, 1968)
Gli sbandati (Maselli, 1955)
Catene (Matarazzo, 1949)
Guardie e ladri (Monicelli, 1951)
Un eroe dei nostri tempi (Monicelli, 1955)
I soliti ignoti (Monicelli, 1958)
La grande guerra (Monicelli, 1959)
Un borghese piccolo piccolo (Monicelli, 1977)
Il posto (Olmi, 1961)
L’albero degli zoccoli (Olmi, 1978)
Accattone (Pasolini, 1961)
Comizi d’amore (Pasolini, 1965)
Uccellacci e uccellini (Pasolini, 1966)
Indagine su un cittadino… (Petri, 1970)
Il sole negli occhi (Pietrangeli, 1953)
Io la conoscevo bene (Pietrangeli, 1965)
La battaglia di Algeri (Pontecorvo, 1966)
Poveri ma belli (Risi, 1956)
Una vita difficile (Risi, 1961)
Il sorpasso (Risi, 1962)
I mostri (Risi, 1963)
I magliari (Rosi, 1959)
Salvatore Giuliano (Rosi, 1962)
Le mani sulla città (Rosi, 1963)
Il caso Mattei (Rosi, 1972)
Cadaveri eccellenti (Rosi, 1976)
Roma città aperta (Rossellini, 1945)
Paisà (Rossellini, 1946)
Stromboli (Rossellini, 1949)
Europa 51 (Rossellini, 1952)
Fantozzi (Salce, 1975)
C’eravamo tanto amati (Scola, 1974)
Una giornata particolare (Scola, 1977)
La provinciale (Soldati, 1953)
Totò a colori (Steno, 1952)
Un americano a Roma (Steno, 1954)
Padre padrone (Taviani, 1977)
La lunga notte del 1943 (Vancini, 1960)
Ossessione (Visconti, 1943)
La terra trema (Visconti, 1948)
Bellissima (Visconti, 1951)
Senso (Visconti, 1954)
Rocco e i suoi fratelli (Visconti, 1960)
Il Gattopardo (Visconti, 1963)
L’onorevole Angelina (Zampa, 1947)
L’arte di arrangiarsi (Zampa, 1954)
Il medico della mutua (Zampa, 1968)
La ragazza con la valigia (Zurlini, 1960)
Fonte: [Il Corriere]

Qualcosa in comune con: